salta al contenuto

Istanza di conversione del pignoramento

COS'E'

Il servizio si occupa di ricevere le richieste di conversione del pignoramento finalizzate alla rateizzazione del debito chiedendo l’intervento del giudice.

A COSA SERVE

Il servizio è finalizzato a ad evitare gli effetti negativi del pignoramento consentendo al debitore esecutato di sostituire l’oggetto del pignoramento costituito da un bene immobile con una somma di denaro. Tale servizio soddisfa l’esigenza di ottenere una rateizzazione del debito da parte del soggetto debitore.

CHI

Il debitore, qualsiasi privato cittadino che ha un pignoramento. 

In genere la richiesta di conversione viene depositata dal legale nominato dall’esecutato.

COSA DEVO FARE PER

Deve essere iniziata un’esecuzione immobiliare da parte di un creditore

Occorre, inoltre, che il debitore abbia depositato su un libretto di deposito giudiziario 1/5 del debito complessivo presso l’Ufficio Postale di Via Carlo Alfieri di Sostegno, 3 in Firenze

La richiesta di conversione deve essere depositata prima che il giudice disponga la vendita o l’assegnazione del bene pignorato

È necessario avere:

  • Libretto postale di depositi giudiziari sul quale il debitore abbia depositato 1/5 del debito complessivo, intestato al debitore con riferimento alla causa di esecuzione (numero RG)
  • Istanza di conversione al giudice per essere ammesso alla conversione, da depositarsi prima che sia disposta la vendita o la conversione del bene

MODULISTICA

Non disponibile

COME FUNZIONA

L’istanza di conversione del pignoramento deve essere depositata prima che sia disposta la vendita e cioè che sia pronunciata l’ordinanza con la quale il Giudice fissa la data della vendita o delega le operazioni di vendita ad un professionista. 

L’istanza, a pena di inammissibilità, deve essere accompagnata dal versamento di una somma non inferiore ad 1/5 dell’importo del credito per cui è stato eseguito il pignoramento e dei crediti dei creditori intervenuti, dedotti i versamenti effettuati di cui deve essere data prova documentale. Il versamento va effettuato a mezzo assegno circolare intestato a “Poste Italiane spa – Patrimonio Bancoposta” su libretto di deposito giudiziario, acceso presso l’Ufficio Postale di Via Carlo Alfieri di Sostegno, 3 in Firenze

intestato al debitore con riferimento al numero RG della procedura.

Il giudice entro 30 gg dal deposito dell'istanza di conversione, fissa l’udienza in cui vengono sentite le parti, e determina la somma da sostituire al bene pignorato, programmando la rateizzazione del debito .

In conclusione di questa udienza il giudice rinvia ad un'altra udienza nella quale, dopo aver verificato il buon esito dei versamenti, dichiara estinto il pignoramento, ordinandone la cancellazione e assegnando la somma versata ai creditori.

A CHI DEVO RIVOLGERMI

REFERENTE URP: Antonella Ruta

RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Salvatore Filocamo

+39 055 799 6610; (aste giudiziarie; delegati vendite; mandati di pagamento)

+39 055 799 6607; (udienze; consulenti tecnici d'ufficio; conversoni pignoramento)

+39 055 7996414; (iscrizioni aruolo; ipocatastali; archivio)

+39 055 799 6601;

Le informazioni saranno fornite al pubblico tramite le sopra indicate utenze telefoniche esclusivamente dal lunedì al venerdì dalle ore 12.00 alle ore 13.30 

+39 055 799 6602; 

DOVE

Accesso B Pano 4 Stanza 01

ORARI DI APERTURA

consultare la pagina "Uffici e Cancellerie"

ASSISTENZA LEGALE

Necessaria.

COSTI

  • Esente se è già stata depositata l’istanza di vendita
  • 1 marca da bollo da € 16,00 ogni 4 pagine e marca mandato da € 16,00 se non è stata depositata l’istanza di vendita

NORMATIVA

Art. 495 c.p.c.