salta al contenuto

Autorizzazione alla vendita per conto di minori, interdetti o inabilitati

COS'E'

Il servizio si occupa di ricevere le istanze di autorizzazione alla vendita per conto di minori, minori emancipati, interdetti o inabilitati.

A COSA SERVE

Quando occorre procedere a determinati atti nell'interesse di un incapace (minore di età sottoposto a tutela, inabilitato o interdetto) il genitore, il tutore o il curatore devono chiedere l’autorizzazione del Tribunale. L'autorizzazione del Tribunale occorre per vendere beni immobili e beni mobili; per costituire pegni o ipoteche; procedere a divisioni o promuovere i relativi giudizi, fare compromessi e transazioni o accettare concordati.

L'autorizzazione è data su parere del giudice tutelare. La vendita può essere disposta solo per necessità o utilità evidente dell’incapace.

CHI

Il genitore del minore, il curatore dell’inabilitato, il tutore dell’interdetto o del minore, che possono anche farsi rappresentare da un avvocato o da un notaio.

COSA DEVO FARE PER

Occorre la presenza di un soggetto incapace (minore di età sottoposto a tutela, inabilitato o interdetto).

È necessario avere:

  • copia semplice della dichiarazione di successione (nel caso di beni ereditari);
  • copia autentica dell’accettazione dell’eredità con beneficio di inventario;
  • copia semplice del verbale di inventario;
  • originale della perizia asseverata (recente, non altre) e tutti i documenti relativi a situazioni e beni indicati nella domanda;
  • copia semplice della nomina del tutore/curatore/amministratore, se vi è tutela/curatela/amministrazione di sostegno o del verbale di giuramento dello stesso;
  • nota d'iscrizione a ruolo (scaricabile dalla sezione modulistica).

MODULISTICA

Disponibile

COME FUNZIONA

L’interessato presenta la domanda per l’autorizzazione al Tribunale.

E' competente il Tribunale del luogo di residenza dell’incapace.

La copia dell’autorizzazione può essere rilasciata a colui che ha presentato la domanda o ad un rappresentante munito di delega. Prima di depositare la domanda per l’autorizzazione al Tribunale, l’interessato deve ottenere il parere dal Giudice Tutelare che va apposto sulla domanda (il parere stesso deve essere prodotto dal ricorrente insieme col ricorso; se non è prodotto, il presidente provvede a richiederlo d'ufficio). Competente per il parere è il Giudice Tutelare che ha in carico il procedimento.

Le parti si recheranno dal notaio per la vendita, muniti della copia autentica del decreto di autorizzazione del Tribunale.

A CHI DEVO RIVOLGERMI

REFERENTE URP: Antonella Ruta

RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Antonino Santalucia

+39 055 799 6552;  +39 055 799 6516;

+39 055 799 6880; +39 055 799 6451;

DOVE

Accesso B Piano 3 Stanza I 16b

ORARI DI APERTURA

consultare la pagina "Uffici e Cancellerie"

ASSISTENZA LEGALE

Non necessaria.

COSTI

  • Esente da contributo unificato per il minore gli interdetti e gli inabilitati
  • 1 marca da bollo da € 27,00

Nel caso in cui si tratti di atti relativi all’eredità occorre:

  • contributo unificato da € 98,00
  • 1 marca da bollo da € 27,00

 

NORMATIVA

Artt. 320, 375, 394,424 c.c.